Blog: http://villadeifiori.ilcannocchiale.it

diario lola

Io non sono un aspettativa. Io non sono un limite. Io sono infinito.
Per la prima volta mi mordo le labbra e mi tocco il viso come una scoperta. Certo la sensazione è strana, che assomiglia un po’ a quella di quando abbiamo davanti qualcosa di bello, ma che iniziamo a sottovalutarla e poi a dimenticare che esista.
Come si dice? “ Certe volte per ricordarsi di quanto si ami qualcuno è giusto allontanarsene”. Beh questo percorso è stato così. Sono giunta all’ultima settimana qui a villa dei Fiori e mai come ora mi accorgo che ora mi ascolto. La paura mi affianca ma ora comando io, ci parlo e le dico : “ apri gli occhi la tua paura di vivere è tale da tagliarti le gambe”….” Smettila di darti aspettative, perché quella è finzione che va a braccetto con la perfezione, e tutto ciò non ti appartiene. Ecco perché nasce in te quell’ansia che ti chiude lo stomaco e ti toglie la voce.”
Questo percorso mi ha per la prima volta fatto capire che la Wonder Women non esiste e che sono perfetta quando sono me stessa, io Lola, l’imperfetta caotica e caciarona Lola. Non più la Lola che fa tanto, la Lola che scrive, lavora studia e opportunità da raggiungere, ma la Lola che si ascolta e decide Ciò CHE è GIUSTO PER LEI. Ora guardo i miei genitori e sorrido, perché so che per loro rimarrò sempre la piccola Lola…con un papà che ti accompagna in stazione per un esperienza importante e che ti mette apposto i capelli e la sbavatura del rossetto prima di andarsene…la mamma che ti chiama e si accerta che tu sia viva se sono le tre di notte e ancora non ritorni a casa. Nel momento che sono riuscita a capire che non sono loro che devono avere fiducia in me, ma ero io in primis ad averlo di me stessa , beh è stato li che ho fatto CLICK. Ora ho bisogno dei miei spazi, ora ho bisogno dei miei silenzi , e delle mie esigenze e nessuno deve calpestarli perché non sarò io per prima a farlo.

Lola

 

Pubblicato il 18/1/2012 alle 10.21 nella rubrica Le ragazze di Villa dei Fiori, un fiore nel deserto.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web